Informazioni pratiche per la comunità USI

Disposizioni di protezione COVID-19

Aggiornate al 01.06.2021

 

PREMESSA

Le Disposizioni di protezione Covid-19 (varate dal Rettorato il 25.05.20) descrivono le misure che l’USI adotta in osservanza alle disposizioni federali e cantonali per combattere e continuare a contenere la diffusione del nuovo coronavirus. Le Disposizioni sono costantemente aggiornate e restano in vigore fino ad avviso contrario sia per il Campus di Lugano sia per quello di Mendrisio. Per IRB e IOR valgono le disposizioni consultabili sui rispettivi siti web. Parte integrante di questo documento è la checklist USI, >>> consultabile in allegato, che definisce in particolare le misure e i controlli.

 

RESPONSABILITÀ

Le Disposizioni fanno affidamento sulla responsabilità individuale e sulla solidarietà tra i membri della comunità dell’USI, due concetti fondamentali in special modo nel proteggere le persone particolarmente a rischio, tra colleghe e colleghi, e nei confronti delle studentesse e degli studenti e del pubblico esterno.

È preciso compito di ogni responsabile (quadri intermedi e superiori per il personale amministrativo, direttori di programma e d’istituto per il personale accademico) far rispettare queste Disposizioni e misure.

 

REGOLE GENERALI IN VIGORE IN SVIZZERA E NEL CANTON TICINO

1. La responsabilità individuale è importante. Proteggetevi lavandovi regolarmente le mani con sapone e tenendovi a distanza (1,5 m). Seguite le >>> raccomandazioni federali concernenti l’igiene e il comportamento.

2. Valgono le seguenti prescrizioni su 3 livelli:

  1. lavarsi regolarmente e igienizzare le mani e le superfici di lavoro. Mantenere la distanza minima tra persone di 1,5 m;
  2. nel caso non sia possibile rispettare tale distanziamento, attuare appropriati provvedimenti di protezione: indossare mascherine igieniche o impiegare pareti divisorie;
  3. nel caso non sia possibile né rispettare il distanziamento né attuare provvedimenti di protezione, occorre procedere al tracciamento dei contatti registrando i dati delle persone presenti. Il tracciamento non previene la trasmissione in loco e non è quindi una misura da attuare prioritariamente.

3. La mascherina igienica facciale è obbligatoria in Svizzera in molti luoghi e situazioni:

  • sui veicoli del trasporto pubblico per tutta la durata del viaggio, alle fermate e sui marciapiedi delle stazioni;
  • in tutti i settori accessibili al pubblico sia al chiuso, sia all'aperto (negozi, centri commerciali, musei, teatri, cinema, luoghi di culto, stazioni, sportelli di stabili amministrativi, strutture della ristorazione, mercati, ecc.);
  • nelle aree pedonali cittadine animate, nei nuclei dei paese, e laddove non è possibile mantenere la distanza minima tra le persone di 1,5 m anche in tutti gli spazi pubblici esterni (strade, marciapiedi, parchi, ecc.);
  • sul posto di lavoro, non appena due persone sono in contatto tra loro (uffici open space, uffici occupati da più di una singola persona, sale riunioni, locali utilizzati in comune, corridoi, ascensori, bagni, locali per le pause ecc.);
  • nelle scuole secondarie come licei, scuole professionali o specializzate.

4. L’entrata in Svizzera è soggetta a disposizioni particolari. A seconda della natura del vostro viaggio, potreste dover compilare un modulo di entrata, presentare un test con risultato negativo e/o mettervi in quarantena, per maggiori dettagli consultate >>> le regole federali. Controllate >>> l’elenco dei Paesi considerati a rischio da parte delle autorità federali, aggiornato costantemente in base alla situazione epidemiologica.
Si rendono attenti gli utenti in arrivo all’USI dall'estero che dovranno considerare non solo le regole per l’entrata in Svizzera, ma le regole in vigore per l’entrata in ogni nazione attraversata durante il viaggio, in concreto quindi sia per l’arrivo all’USI sia per il ritorno a domicilio, o per un’eventuale continuazione del viaggio. L’USI non può essere considerata responsabile di eventuali conseguenze dovute al non rispetto di tali regole e non prende a carico nessun eventuale costo legato all’ottenimento di certificati medici richiesti.

 

INFORMAZIONI SPECIFICHE:

Expand All

  • Studenti

    1. Insegnamento

    In data 14 aprile 2021 il Consiglio federale ha stabilito che l’insegnamento presenziale nelle università è di nuovo consentito, con alcune limitazioni. La partecipazione è limitata a 50 persone e a un terzo della capienza delle aule. Resta naturalmente sempre in vigore l’obbligo generalizzato di indossare la mascherina igienica e di mantenere la distanza minima tra le persone di 1,5 m.

    In linea generale ecco le regole valide per l'intero semestre primaverile 2021:

    • i corsi frequentati da meno di 50 studenti saranno erogati in presenza, con registrazione fruibile a distanza, secondo cadenza settimanale o bisettimanale, come già previsto nell’orario semestrale (una modalità simile a quella usata all’inizio del semestre autunnale 2020).
    • I corsi con più di 50 studenti saranno erogati a distanza, ma per questi corsi l’USI cercherà di immaginare modalità di incontro in presenza, per aumentare la qualità dell’esperienza formativa.
    • Gli atelier di progettazione continueranno alle medesime condizioni di inizio semestre primaverile 2021.
    • La sessione di esami si terrà secondo le >>> disposizioni già comunicate, senza alcun cambiamento.

     

    2. Accessi ai campus

    L’accesso ai campus universitari è consentito agli studenti attraverso tessera USI.

    Gli studenti in provenienza dall’estero sono tenuti a rispettare in maniera individuale le regole federali per l’entrata in Svizzera. Per tutte le informazioni, si rimanda al >> sito dell’Ufficio federale della sanità pubblica, lo schema mostra una panoramica generale, il testo sottostante illustra in dettaglio. Chi si reca all’USI dovrà considerare non solo le regole per l’entrata in Svizzera, ma le regole in vigore per l’entrata in ogni nazione attraversata durante il viaggio, in concreto quindi sia per l’arrivo all’USI sia per il ritorno a domicilio, o per un’eventuale continuazione del viaggio. L’USI non può essere considerata responsabile di eventuali conseguenze dovute al non rispetto di tali regole e non prende a carico nessun eventuale costo legato all’ottenimento di certificati medici richiesti.

     

    3. Aule di lezione

    Per le attività didattiche che si tengono in presenza, nelle aule di lezione è obbligatorio per tutti indossare una mascherina igienica. Le aule sono generalmente predisposte per rispettare la distanza minima di 1,5 m tra le persone. Non è consentito modificare tale sistemazione.

    Docenti e studenti sono incoraggiati ad assumere l’iniziativa di – dove possibile – arieggiare le aule dopo ogni lezione aprendo le finestre durante le pause. Sono stati aumentati i turni di pulizia degli spazi e docenti e studenti sono invitati a prendersi cura del proprio materiale (banco, strumentazione), procedendo qualora ritenuto necessario a una sua disinfezione.

     

    4. Misure di protezione

    4.1 Mascherina: è obbligatorio indossare una mascherina igienica idonea nelle aule e in tutti gli spazi interni comuni dell'USI, compreso nelle aree di studio, negli open space, oltre che nei corridoi, scale, bagni, ascensori, atri, accessi, ecc., in particolare per attività ravvicinate che comportano interazione e discussione, quali atelier, laboratori, lavori di gruppo e nel caso di affollamenti. Anche negli spazi esterni accessibili al pubblico è obbligatorio indossare la mascherina igienica quando non è possibile mantenere la distanza minima tra le persone di 1,5 m.

    4.2 Flussi e spostamenti: dove possibile saranno predisposti dei percorsi per incanalare il flusso delle persone in modo da agevolare il rispetto della distanza minima. Occorre tuttavia evitare di sostare o generare assembramenti nei settori di transito: corridoi, scale, ascensori, bagni, ingressi, accessi alle aule, davanti ai distributori, nelle zone adibite alle pause, ecc. Mantenere la distanza minima anche in coda, in pausa o in attesa, in entrata e in uscita dalle aule. Rispettare la segnaletica e le barriere di protezione.

    4.3 Disinfettarsi: entrando in sede ognuno deve disinfettarsi le mani: dei distributori automatici di disinfettante sono presenti presso i principali accessi ai campus.

     

    5. Auto-isolamento e quarantena

    Studenti malati o che presentano sintomi di malattia (febbre, tosse, mal di gola, diarrea, raffreddore, affanno respiratorio, dolori muscolari, perdita improvvisa del senso dell’olfatto e/o del gusto, ecc.) sono tenuti a non recarsi all’USI o a tornare subito a casa, seguendo >>> le istruzioni dell’autorità sull’auto-isolamento.
    Studenti con sintomi devono contattare il medico curante o la guardia medica e seguire imperativamente le istruzioni delle autorità sanitarie. Se posti in isolamento o quarantena devono segnalare immediatamente il caso all'indirizzo safety@usi.ch. Se sottoposti a test e risultati positivi al nuovo coronavirus, devono procedere come spiegato qui di seguito al punto 6.
     

    6. Casi positivi

    Studenti testati positivi al nuovo coronavirus, oltre ad attenersi scrupolosamente alle indicazioni che riceveranno dalle autorità sanitarie riguardo a sé stessi e ai propri contatti, devono:

    1) se il test è stato effettuato al di fuori dalla Svizzera: segnalare immediatamente il caso all'Ufficio del medico cantonale del Canton Ticino: dss-umc@ti.ch, allegando la copia del test COVID-19 con risultato positivo unitamente a un recapito telefonico al quale è possibile raggiungere sempre la persona positiva.
    2) segnalare immediatamente il caso all’indirizzo safety@usi.ch. Indicare oltre al nome e cognome, anche il luogo di residenza durante lo studio, il luogo di residenza al momento del test positivo (se differente), e i recapiti telefonici e email ai quali si è sempre raggiungibili.

    Questo consentirà, nel rigoroso rispetto della privacy individuale, la gestione ottimale della situazione da parte del Decanato della Facoltà e delle autorità sanitarie cantonali.
     

    7. Obbligo di quarantena

    1) Quarantena per chi (ri)entra in Svizzera:
    studenti in provenienza da uno Stato o una regione considerati dalle autorità svizzere come a rischio elevato di contagio e inseriti >>> nell’elenco constantemente aggiornato, sono obbligati a restare in quarantena per 10 giorni. Ciò significa prevedere un (ri)entro in Svizzera con sufficiente anticipo. Ecco come comportarsi:
    a) recatevi direttamente presso il vostro alloggio immediatamente dopo l’entrata in Svizzera;
    b) scrivete all’indirizzo safety@usi.ch e informate il Decanato della vostra Facoltà (vedi sotto nella sezione “Contatti”);
    c) soggiornate ininterrottamente nel vostro alloggio per 10 giorni a decorrere dall’entrata in Svizzera e seguite rigorosamente >>> le istruzioni sulla quarantena;
    d) dovete notificare la vostra entrata alle autorità cantonali entro 2 giorni telefonando al numero +41 800 144 144 e seguire le istruzioni che vi verranno date;
    e) non dovete avere contatti personali con altre persone e non dovete uscire di casa;
    f) importante: se alloggiate con altre persone, informate i coinquilini della vostra situazione e attenetevi tutti alle procedure sul comportamento in quarantena che sono elencate >>> in questo documento alle voci “Se vivete nella stessa economia domestica con altre persone…”.

    2) Quarantena su richiesta dell'Uffico del medico cantonale ticinese:
    studenti che ricevono dall'Ufficio del medico cantonale una specifica intimazione, sono obbligati a restare in quarantena per il periodo indicato. Ecco come comportarsi:
    a) scrivete all’indirizzo safety@usi.ch e informate il Decanato della vostra Facoltà (vedi sotto nella sezione “Contatti”);
    b) soggiornate ininterrottamente nel vostro alloggio e seguite rigorosamente >>> le istruzioni sulla quarantena;
    c) non dovete avere contatti personali con altre persone e non dovete uscire di casa;
    d) importante: se alloggiate con altre persone, informate i coinquilini della vostra situazione e attenetevi tutti alle procedure sul comportamento in quarantena che sono elencate >>> in questo documento alle voci “Se vivete nella stessa economia domestica con altre persone…”.

    Se vi occorre qualsiasi tipo di aiuto o di supporto consultate sotto la sezione “Contatti”.

     

    8. Quarantene nella stessa economia domestica

    Se alloggiate con qualcuno che deve mettersi in quarantena evitate il contatto diretto e consultate le procedure elencate >>> in questo documento alle voci “Se vivete nella stessa economia domestica con altre persone…”.

     

    9. Casi a rischio e casi particolari

    Essendo sensibile all’equo trattamento di tutti i componenti della sua comunità, l’USI si impegna a trovare soluzioni che evitino la discriminazione di studenti appartenenti a categorie a rischio o con comprovate difficoltà. Domande e richieste in questo ambito saranno trattate con la dovuta riservatezza e vanno indirizzare o al responsabile del proprio programma di studi o al Servizio pari opportunità (vedi sotto nella sezione “Contatti”).

     

    10. Aggiornamento in tempo reale sulle lezioni

    Per restare al corrente sullo svolgimento del programma semestrale cui siete iscritti, consultate regolarmente il sito >>> www.usi.ch e >>> l'orario dei corsi.

     

    11. Spazi per studenti

    Negli spazi per studenti è obbligatorio indossare una mascherina igienica. Nei campus sono disponibili i seguenti spazi:

    • Lugano, Campus Ovest, aree studio e aule (solo a patto che non ci siano lezioni in corso):
      - per i lavori di gruppo: 121, 128, 130;
      - per lo studio individuale silenzioso: 156, 157, 159, 250, 251, 355, A33, A34;
      - per pranzare: 120.
    • Lugano, Campus Est, aula per lo studio individuale silenzioso: D0.04.
    • Lugano, Campus Est, aule di studio solo per studenti di Scienze informatiche:
      - studenti Bachelor, per lo studio individuale silenzioso: D0.03;
      - studenti Master, per lo studio individuale silenzioso: D0.06;
      - studenti Bachelor & Master, per lavori di gruppo: D0.10.
    • Biblioteca universitaria di Lugano (BUL): accessibile dal lunedì al venerdì tra le 9:00 e le 22:00, e il sabato mattina. Per ulteriori informazioni: https://it.bul.sbu.usi.ch/.
    • Mendrisio: gli spazi di lavoro e di studio sono accessibili con sistema di riservazione secondo le Direttive Covid-19 dell'Accademia consultabili qui.
    • Biblioteca dell’Accademia di architettura (BAA): accessibile dal lunedì al venerdì tra le 9:00 e le 18:00. Per ulteriori informazioni: http://biblio.arc.usi.ch/.

    Il corretto utilizzo degli spazi è monitorato costantemente, chi pur avvertito non rispetta le disposizioni deve essere allontanato. Ogni utente è obbligato a indossare una mascherina igienica ed è tenuto a disinfettare le postazioni utilizzate in arrivo e in partenza. Il numero massimo di persone consentite, scritto chiaramente sulle porte d'accesso, è dato dal numero di sedie e postazioni disponibili. Sono vietati lavori di gruppo con più di 5 persone.

     

    12. Spazi comuni

    È obbligatorio indossare una mascherina igienica idonea in tutti gli spazi interni comuni dell'USI, compreso nelle aule di lezione, nelle aree di studio, negli open space, oltre che nei corridoi, scale, bagni, ascensori, atri, accessi, ecc. così come pure nei locali per la pausa e negli spogliatoi. Anche negli spazi esterni accessibili al pubblico laddove non è possibile mantenere la distanza minima tra le persone di 1,5 m. Sono vietati lavori di gruppo con più di 5 persone.

     

    13. Servizi e ricevimento a distanza

    Si raccomanda di fare capo a tutti i servizi interni USI in modalità a distanza (email, telefono, video chiamata) o di fissare un appuntamento in uno spazio adibito nel rispetto delle Disposizioni USI.

     

    14. Viaggi

    Si consiglia agli studenti di non viaggiare o soggiornare in Stati o regioni considerati dalle autorità svizzere come a rischio elevato di contagio e inserite >>> nell’elenco constantemente aggiornato anche al di fuori del periodo di studio. L’USI non è responsabile per le conseguenze derivanti dall’obbligo di quarantena di studenti provenienti da paesi per i quali è necessaria.

     

  • Collaboratori

    1. Responsabilità

    È preciso compito del datore di lavoro quello di tutelare la salute dei propri dipendenti adottando i provvedimenti di prevenzione regolati nelle Disposizioni USI. È preciso compito di ogni responsabile (quadri intermedi e superiori per il personale amministrativo, direttori di programma e d’istituto per il personale accademico) far rispettare queste misure e le Disposizioni USI.

     

    2. Insegnamento

    In data 14 aprile 2021 il Consiglio federale ha stabilito che l’insegnamento presenziale nelle università è di nuovo consentito, con alcune limitazioni. La partecipazione è limitata a 50 persone e a un terzo della capienza delle aule. Resta naturalmente sempre in vigore l’obbligo generalizzato di indossare la mascherina igienica e di mantenere la distanza minima tra le persone di 1,5 m.

    In linea generale ecco le regole valide per l'intero semestre primaverile 2021:

    • i corsi frequentati da meno di 50 studenti saranno erogati in presenza, con registrazione fruibile a distanza, secondo cadenza settimanale o bisettimanale, come già previsto nell’orario semestrale (una modalità simile a quella usata all’inizio del semestre autunnale 2020).
    • I corsi con più di 50 studenti saranno erogati a distanza, ma per questi corsi l’USI cercherà di immaginare modalità di incontro in presenza, per aumentare la qualità dell’esperienza formativa.
    • Gli atelier di progettazione continueranno alle medesime condizioni di inizio semestre primaverile 2021.
    • La sessione di esami si terrà secondo le >>> disposizioni già comunicate, senza alcun cambiamento.

    Biblioteche, aule di studio e open space dei ricercatori sono accessibili, a condizione del rigoroso rispetto delle presenti disposizioni.

    >>> Vedi anche: Insegnare e studiare ai tempi del coronavirus

     

    3. Auto-isolamento e quarantena

    Persone malate o che presentano sintomi di malattia (febbre, tosse, mal di gola, diarrea, raffreddore, affanno respiratorio, dolori muscolari, perdita improvvisa del senso dell’olfatto e/o del gusto, ecc.) non sono autorizzate a presentarsi sul posto di lavoro, sono tenute a restare a casa seguendo >>> le istruzioni dell’autorità sull’auto-isolamento e a contattare il proprio medico curante. Allo stesso modo, i dipendenti che presentano sintomi sul posto di lavoro devono tornare a casa indossando una mascherina igienica e attenendosi alle summenzionate istruzioni.
    I collaboratori con sintomi devono contattare il medico curante o la guardia medica e seguire imperativamente le istruzioni delle autorità sanitarie. Se posti in isolamento o quarantena devono segnalare immediatamente il caso all'indirizzo safety@usi.ch. Se sottoposti a test e risultati positivi al nuovo coronavirus, devono procedere come spiegato qui di seguito al punto 4.

     

    4. Casi positivi

    Collaboratori testati positivi al nuovo coronavirus, oltre ad attenersi scrupolosamente alle indicazioni che riceveranno dalle autorità sanitarie riguardo a sé stessi e ai propri contatti, devono:

    1) se il test è stato effettuato al di fuori dalla Svizzera: segnalare immediatamente il caso all'Ufficio del medico cantonale del Canton Ticino: dss-umc@ti.ch, allegando la copia del test COVID-19 con risultato positivo unitamente a un recapito telefonico al quale è possibile raggiungere sempre la persona positiva.

    2) segnalare immediatamente il caso all’indirizzo safety@usi.ch. Indicare oltre al nome e cognome, anche il luogo di domicilio al momento del test positivo, e i recapiti telefonici e email ai quali si è sempre raggiungibili.

    Questo consentirà, nel rigoroso rispetto della privacy individuale, la gestione ottimale della situazione da parte delle autorità sanitarie cantonali e dell’Amministrazione del personale, che potrà impostare a seconda delle circostanze le modalità di lavoro con i diretti responsabili.

     

    5. Casi a rischio e casi particolari

    Essendo sensibile all’equo trattamento di tutti i componenti della sua comunità, l’USI si impegna a trovare soluzioni che evitino la discriminazione di collaboratori appartenenti a categorie a rischio o con comprovate difficoltà. I collaboratori appartenenti a categorie a rischio hanno il permesso di adempiere gli obblighi lavorativi da casa con il telelavoro secondo le indicazioni del responsabile diretto e presentando un certificato medico all’Amministrazione del personale.

    I collaboratori con comprovate difficoltà di conciliazione lavoro-famiglia (accudimento di figli di età inferiore ai 12 anni oppure assistenza di parenti vulnerabili e bisognosi) contattano il diretto responsabile e l'Amministrazione del personale per organizzare modalità di lavoro adeguate alle esigenze proprie e dell'Università.

    Problemi e domande in questo ambito vanno indirizzate al rispettivo Decano di Facoltà, e possono essere poste anche al Servizio pari opportunità che le tratterà con la dovuta riservatezza.

     

    6. Accessi ai campus

    L’accesso ai campus universitari è consentito attraverso tessera USI.

    I collaboratori in provenienza dall’estero sono tenuti a rispettare in maniera individuale le regole federali per l’entrata in Svizzera. Per tutte le informazioni, si rimanda al >> sito dell’Ufficio federale della sanità pubblica, lo schema mostra una panoramica generale, il testo sottostante illustra in dettaglio. Chi si reca all’USI dovrà considerare non solo le regole per l’entrata in Svizzera, ma le regole in vigore per l’entrata in ogni nazione attraversata durante il viaggio, in concreto quindi sia per l’arrivo all’USI sia per il ritorno a domicilio, o per un’eventuale continuazione del viaggio. L’USI non può essere considerata responsabile di eventuali conseguenze dovute al non rispetto di tali regole e non prende a carico nessun eventuale costo legato all’ottenimento di certificati medici richiesti.

     

    7. Modalità di lavoro e organizzazione degli uffici

    Il telelavoro è considerato la norma e i collaboratori devono esercitare di principio le proprie attività da remoto, in accordo con i rispettivi responsabili, con l’obiettivo di non interrompere e non compromettere eccessivamente la qualità stessa delle attività.

    Laddove il lavoro dovesse eccezionalmente continuare in presenza, i singoli responsabili definiscono spazi e modalità di lavoro per i propri collaboratori, e dovranno essere pronti a poterne giustificare le ragioni, oltre ad assicurarsi il rispetto delle misure di protezione. È obbligatorio indossare una mascherina igienica idonea qualora sia presente più di una persona nello stesso spazio di lavoro o ufficio, anche se le postazioni sono distanziate. Se possibile, gli uffici sono da arieggiare regolarmente (almeno 3 volte al giorno).

     

    8. Misure di protezione

    8.1 Mascherina: è obbligatorio indossare una mascherina igienica idonea nelle aule e in tutti gli spazi interni comuni dell'USI, compreso nelle aree di studio, negli open space di lavoro per dottorandi e ricercatori, oltre che nei corridoi, scale, bagni, ascensori, atri, accessi, ecc., in particolare per attività ravvicinate che comportano interazione e discussione, quali atelier, laboratori, lavori di gruppo e nel caso di affollamenti. Anche negli spazi esterni accessibili al pubblico è obbligatorio indossare la mascherina igienica quando non è possibile mantenere la distanza minima tra le persone di 1,5 m.

    8.2 Flussi e spostamenti: dove possibile saranno predisposti dei percorsi per incanalare il flusso delle persone in modo da agevolare il rispetto della distanza minima. Occorre tuttavia evitare di sostare o generare assembramenti nei settori di transito: corridoi, scale, ascensori, bagni, ingressi, accessi alle aule, davanti ai distributori, nelle zone adibite alle pause, ecc. Mantenere la distanza minima anche in coda, in pausa o in attesa, in entrata e in uscita dalle aule. Rispettare la segnaletica e le barriere di protezione.

    8.3 Disinfettarsi: entrando in sede ognuno deve disinfettarsi le mani: dei distributori automatici di disinfettante sono presenti presso i principali accessi ai campus.

     

    9. Spazi comuni

    È obbligatorio indossare una mascherina igienica idonea in tutti gli spazi interni comuni dell'USI, compreso nelle aule di lezione, nelle aree di studio, negli open space di lavoro per dottorandi e ricercatori, oltre che nei corridoi, scale, bagni, ascensori, atri, accessi, ecc. come pure in tutte le postazioni di studio e di lavoro, nei locali per la pausa, negli spogliatoi e negli spazi ad uso esclusivo dei collaboratori. Anche negli spazi esterni accessibili al pubblico laddove non è possibile mantenere la distanza minima tra le persone di 1,5 m.

     

    10. Disinfezione superfici

    È importante garantire un’igiene delle mani regolare e scrupolosa, e la pulizia e disinfezione delle superfici toccate di frequente. È quindi responsabilità di ognuno pulire e disinfettare regolarmente secondo necessità le superfici e gli oggetti utilizzati (piani di lavoro, scrivanie, stampanti, telefoni, tastiere, mouse e utensili da lavoro, stoviglie, ecc.) soprattutto se usati in comune, come pure tenere puliti e disinfettati gli spazi comuni condivisi (cucine, salette riunioni, ecc.). I disinfettanti sono distribuiti agli uffici dalla Logistica e distributori di disinfettante sono presenti nei corridoi e presso gli accessi.

     

    11. Riunioni

    Si raccomanda fortemente di svolgere le riunioni in via digitale. Nel caso eccezionale in cui una riunione si dovesse svolgere in presenza, prima di incominciare occorre assicurare la pulizia del materiale e degli spazi utilizzati. Nelle riunioni in presenza va rispettata la distanza minima di 1,5 m tra le persone ed è obbligatorio indossare una mascherina igienica.

     

    12. Aule

    Per le attività didattiche in presenza, nelle aule di lezione è obbligatorio indossare una mascherina igienica. Eccezione a questa regola: vale la libertà per i docenti, mentre parlano, di indossare la mascherina o meno, a patto che vi sia l’accordo dei presenti in classe e solo dove vi è un evidente e ampio distanziamento tra il docente e i partecipanti.

    Le aule di lezione sono generalmente predisposte per rispettare la distanza minima di 1,5 m tra le persone. Non è consentito modificare tale sistemazione.

    Docenti e studenti sono incoraggiati ad assumere l’iniziativa di – dove possibile – arieggiare le aule dopo ogni lezione aprendo le finestre durante le pause.

    Sono stati aumentati i turni di pulizia degli spazi e docenti e studenti sono invitati a prendersi cura del proprio materiale (banco, strumentazione) procedendo qualora ritenuto necessario a una sua disinfezione.

     

    13. Servizi e ricevimento a distanza

    Si raccomanda nel limite del possibile di fornire i servizi all’utenza a distanza (email, telefono, video chiamata) e/o di fissare appuntamenti in spazi che garantiscano ampiamente la distanza minima o prevedano misure di protezione (mascherina igienica, pareti divisorie).

     

    14. Viaggi

    I viaggi professionali all’estero restano sconsigliati. Consapevole tuttavia dell’importanza di riprendere parzialmente la mobilità soprattutto dei giovani ricercatori, l’USI consente i viaggi considerati prioritari e non prorogabili in Stati o regioni non inserite >>> nell’elenco constantemente aggiornato dei Paesi ritenuti a rischio da parte delle autorità svizzere. Parimenti è consentito invitare all’USI esclusivamente persone che vivono o soggiornano negli Stati o nelle regioni non considerati a rischio e quindi non inserite nella detta lista, rispettando le disposizioni di protezione previste sui campus. Anche i viaggi di studio all’estero restano sconsigliati, ma pure sono consentiti se prioritari e non prorogabili, purché si svolgano in paesi non considerati a rischio. Necessitano dell’autorizzazione del Decano e del Prorettore per la formazione e la vita universitaria.

    Si sottolineano tuttavia i seguenti aspetti:

    • I collaboratori che intendono intraprendere viaggi professionali all’estero sono tenuti a valutare per tempo, nel caso con i rispettivi responsabili, le implicazioni di repentini cambiamenti di programma dati dalla situazione particolare, segnatamente eventuali obblighi di quarantena che potrebbero impedire attività pianificate.
    • Chi si reca all’estero dovrà individualmente considerare non solo le regole in vigore per l’entrata nel Paese di destinazione, ma anche le regole per l’entrata in ogni nazione attraversata durante il viaggio, e soprattutto le regole in vigore per l’entrata in Svizzera al rientro.

     

    15. Obbligo di quarantena

    1) Quarantena per chi (ri)entra in Svizzera:
    collaboratori in provenienza da uno Stato o una regione considerati dalle autorità svizzere come a rischio elevato di contagio e inseriti >>> nell’elenco constantemente aggiornato, sono obbligati a restare in quarantena per 10 giorni. Ciò significa prevedere un (ri)entro in Svizzera con sufficiente anticipo. Ecco come comportarsi:
    a) recatevi direttamente presso il vostro alloggio immediatamente dopo l’entrata in Svizzera;
    b) scrivete all'indirizzo safety@usi.ch e informate il vostro responsabile, l’Amministrazione del personale e il Decanato della vostra Facoltà (vedi sotto nella sezione “Contatti”);
    c) soggiornate ininterrottamente nel vostro alloggio per 10 giorni a decorrere dall’entrata in Svizzera e seguite rigorosamente >>> le istruzioni sulla quarantena;
    d) dovete notificare la vostra entrata alle autorità cantonali entro 2 giorni telefonando al numero +41 800 144 144 e seguire le istruzioni che vi verranno date;
    e) non dovete avere contatti personali con altre persone e non dovete uscire di casa;
    f) importante: se alloggiate con altre persone, informate i coinquilini della vostra situazione e attenetevi tutti alle procedure sul comportamento in quarantena che sono elencate >>> in questo documento alle voci “Se vivete nella stessa economia domestica con altre persone…”.

    2) Quarantena su richiesta dell'Uffico del medico cantonale ticinese:
    studenti che ricevono dall'Ufficio del medico cantonale una specifica intimazione, sono obbligati a restare in quarantena per il periodo indicato. Ecco come comportarsi:
    a) scrivete all'indirizzo safety@usi.ch e informate il vostro responsabile, l’Amministrazione del personale e il Decanato della vostra Facoltà (vedi sotto nella sezione “Contatti”);
    b) soggiornate ininterrottamente nel vostro alloggio e seguite rigorosamente >>> le istruzioni sulla quarantena;
    c) non dovete avere contatti personali con altre persone e non dovete uscire di casa;
    d) importante: se alloggiate con altre persone, informate i coinquilini della vostra situazione e attenetevi tutti alle procedure sul comportamento in quarantena che sono elencate >>> in questo documento alle voci “Se vivete nella stessa economia domestica con altre persone…”.

    Se vi occorre qualsiasi tipo di aiuto o di supporto consultate sotto la sezione “Contatti”.

     

  • Visitatori e ospiti

    1. Accessi ai campus

    L’USI è accessibile al pubblico esterno previo contatto con un collaboratore o per eventi pubblici organizzati. L’utenza esterna deve essere ricevuta, nel limite del possibile, solo su appuntamento e nel rispetto delle misure di prevenzione: distanza minima di 1,5 m tra le persone e provvedimenti di protezione (mascherina igienica, pareti divisorie). L’utente va informato delle misure di protezione vigenti all’USI.

    I visitatori e gli ospiti in provenienza dall’estero sono tenuti a rispettare in maniera individuale le regole federali per l’entrata in Svizzera. Per tutte le informazioni, si rimanda al >> sito dell’Ufficio federale della sanità pubblica, lo schema mostra una panoramica generale, il testo sottostante illustra in dettaglio.
    Si rendono attenti i visitatori e gli ospiti in arrivo all’USI che dovranno considerare non solo le regole per l’entrata in Svizzera, ma le regole in vigore per l’entrata in ogni nazione attraversata durante il viaggio, in concreto quindi sia per l’arrivo all’USI sia per il ritorno a domicilio, o per un’eventuale continuazione del viaggio. L’USI non può essere considerata responsabile di eventuali conseguenze dovute al non rispetto di tali regole e non prende a carico nessun eventuale costo legato all’ottenimento di certificati medici richiesti.

     

    2. Persone con sintomi

    Persone malate o che presentano sintomi di malattia (febbre, tosse, mal di gola, diarrea, raffreddore, affanno respiratorio, dolori muscolari, perdita improvvisa del senso dell’olfatto e/o del gusto, ecc.) non sono autorizzate a entrare all’USI.

     

    3. Misure di protezione

    3.1 Mascherina: è obbligatorio indossare una mascherina igienica idonea in tutte le aule e in tutti gli spazi interni comuni dell'USI, compreso negli uffici visitati, nelle aree di studio, negli open space, oltre che nei corridoi, scale, bagni, ascensori, atri, accessi, ecc. in particolare per attività ravvicinate che comportano interazione e discussione, e nel caso di affollamenti. Anche negli spazi esterni accessibili al pubblico è obbligatorio indossare la mascherina igienica quando non è possibile mantenere la distanza minima tra le persone di 1,5 m.

    3.2 Flussi e spostamenti: dove possibile saranno predisposti dei percorsi per incanalare il flusso delle persone in modo da agevolare il rispetto della distanza minima. Occorre tuttavia evitare di sostare o generare assembramenti nei settori di transito: corridoi, scale, ascensori, bagni, ingressi, accessi alle aule, davanti ai distributori, nelle zone adibite alle pause, ecc. Mantenere la distanza minima anche in coda, in pausa o in attesa, in entrata e in uscita dalle aule. Rispettare la segnaletica e le barriere di protezione.

    3.3 Disinfettarsi: entrando in sede ognuno deve disinfettarsi le mani: dei distributori automatici di disinfettante sono presenti presso i principali accessi ai campus.

     

    4. Eventi pubblici

    Per gli ospiti di eventi o manifestazioni pubbliche che si tengono all’USI, vedere il capitolo successivo.

     

  • Eventi

    1. Modalità particolari

    Per tutta la durata dell'anno accademico 2020-21, a causa della situazione eccezionale dettata da Covid-19, gli eventi pubblici all’USI (sia da parte di esterni sia da parte di membri della comunità) devono essere organizzati nel rispetto di modalità particolari, ovvero con un numero limitato di partecipanti, solo in certi orari e in certe aule. Referenti per la verifica della disponibilità delle aule e per la prenotazione sono i servizi di gestione delle aule (Lugano: gestioneaule@usi.ch; Mendrisio: aule.me@usi.ch) attraverso il consueto formulario.

     

    1.1 Spazi disponibili

    Lugano, Campus Ovest:

    • Aula magna;
    • Auditorio (solo in casi eccezionali, da concordare con l'USI).

    Lugano, Campus Est:

    • Aula polivalente (da concordare con l'USI).

    Mendrisio:

    • Aula magna Canavée.

    1.2 Orari

    Lugano:

    • dal lunedì al venerdì: dalle ore 19:00 in poi;
    • sabato: dalle ore 14:00;
    • domenica: tutto il giorno.

    Mendrisio:

    • sabato e domenica: tutto il giorno.

     

    2. Responsabilità

    L’organizzatore o una persona designata dall’organizzazione dell’evento è il contatto ufficiale e il responsabile dell’attuazione e del controllo delle presenti Disposizioni. Deve comunicare all’USI il nominativo completo e il numero di telefono raggiungibile prima, durante e dopo l’evento. L’USI non si assume responsabilità per il mancato rispetto di queste Disposizioni da parte dell’organizzatore. Il mancato rispetto di queste Disposizioni può comportare la non disponibilità dell’USI a ulteriori affitti.

     

    3. Costi

    A causa delle accresciute necessità di pulizia e di logistica, ai prezzi di affitto consueti vanno ad aggiungersi 500 CHF necessari per la sanificazione.

    Lugano:

    • tutta la giornata: 1000 + 500 CHF;
    • mezza giornata: 500 + 500 CHF;
    • serale: 300 + 500 CHF.

    Mendrisio:

    • su richiesta.

     

    4. Obbligo di registrazione dei contatti

    L’organizzatore deve registrare i dati di contatto (nome, cognome, domicilio, numero di telefono valido) di tutte le persone presenti all’evento: partecipanti, organizzatori e altro personale di servizio. Si raccomanda di prevedere un’iscrizione obbligatoria precedente l’evento, così da poter più facilmente raccogliere i dati richiesti; va comunque prevista una registrazione in entrata. Lo scopo è il tracciamento dei contatti nel caso in cui una persona presente dovesse risultare positiva a Covid-19. L’organizzatore è tenuto a informare le persone presenti in merito alla registrazione e all’impiego dei dati di contatto, trasmettere i dati di contatto alle autorità cantonali se lo richiedono esplicitamente, conservare i dati di contatto per 14 giorni e in seguito distruggerli.

     

    5. Obbligo di informazione

    Ogni partecipante deve essere informato sulle presenti Disposizioni ed è tenuto a rispettare le raccomandazioni federali e cantonali concernenti l’igiene e il comportamento corretto da tenere nel periodo in questione.

     

    6. Entrate e uscite

    Occorre rispettare i percorsi di entrata e di uscita differenziati previsti. Alle entrate deve essere presente sufficiente materiale per disinfettarsi le mani.

     

    7. Misure di protezione

    7.1 Mascherina: è obbligatorio indossare una mascherina igienica idonea in tutte le aule e in tutti gli spazi interni comuni dell'USI, compreso negli spazi dedicati agli eventi, nelle aree di studio, negli open space, oltre che nei corridoi, scale, bagni, ascensori, atri, accessi, ecc. in particolare per attività ravvicinate che comportano interazione e discussione, e nel caso di affollamenti dovuti all’entrata o all’uscita dagli edifici. Anche negli spazi esterni accessibili al pubblico è obbligatorio indossare la mascherina igienica quando non è possibile mantenere la distanza minima tra le persone di 1,5 m.

    7.2 Flussi e spostamenti: occorre evitare di sostare o generare assembramenti nei settori di transito (corridoi, scale, ascensori, bagni, ingressi, accessi alle aule, davanti ai distributori, nelle zone adibite alle pause, ecc.); mantenere la distanza minima anche in coda, in pausa o in attesa; e rispettare la segnaletica e le barriere di protezione.

    7.3 Disinfettarsi: entrando all’USI ognuno deve disinfettarsi le mani: dei distributori automatici di disinfettante sono presenti presso i principali accessi ai campus.

     

    8. Microfoni

    In caso di frequenti passaggi al pulpito di diverse persone, o di frequenti passaggi del microfono tra i partecipanti, l’organizzatore dovrà occuparsi della corretta disinfezione a ogni cambio. Si raccomanda di non prevedere spostamenti di questo genere durante l’evento.

     

    9. Catering

    In caso di catering, devono essere rispettate le regole federali e cantonali previste per il settore della ristorazione e anche durante il catering deve essere rispettata la distanza minima tra persone.

     

  • Tracciamento

    1. App SwissCovid

    Si raccomanda di installare sui propri dispositivi >>> l’applicazione SwissCovid per telefoni cellulari.

     

    2. Registrazione dei dati di contatto per il tracciamento

    In caso di eventi o attività analoghe, occorre prevedere la registrazione dei dati di contatto delle persone presenti: nome, cognome, domicilio e numero di telefono valido. I dati di contatto possono essere registrati mediante sistemi di prenotazione o di registrazione, oppure mediante un formulario di contatto (v. modello). Non devono essere registrati separatamente se sono ottenibili attraverso raccolte di dati già esistenti, occorre tuttavia assicurarsi che contengano effettivamente tutte le informazioni richieste. La registrazione dei dati di contatto serve al tracciamento dei contatti, ma non previene la trasmissione in loco e non va quindi attuata prioritariamente. La scelta di tale opzione va pertanto chiaramente motivata, soprattutto nei confronti delle persone interessate dalla raccolta dati. La registrazione deve garantire la riservatezza dei dati personali. Infine vige l’obbligo di trasmettere ai servizi cantonali competenti, unicamente su loro richiesta, i dati di contatto delle persone sospette contagiate per l’identificazione e l’informazione.

     

    3. Protezione dei dati

    Nella necessità di dover ricorrere alla registrazione dei dati di contatto o di dover utilizzare i dati già disponibili per motivi di tracciamento, tutte le persone interessate saranno puntualmente informate in merito al loro impiego. I dati in questione non potranno essere utilizzati per nessun altro scopo e saranno conservati soltanto per 14 giorni dopo i quali saranno cancellati o, nel caso di dati interni, non più associati a tali scopi. Per il resto, si applicano le disposizioni in materia secondo la Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) del 9 marzo 1987.

     

     

  • Formazione

    Modalità d'insegnamento

    In data 14 aprile 2021 il Consiglio federale ha stabilito che l’insegnamento presenziale nelle università è di nuovo consentito, con alcune limitazioni. La partecipazione è limitata a 50 persone e a un terzo della capienza delle aule. Resta naturalmente sempre in vigore l’obbligo generalizzato di indossare la mascherina igienica e di mantenere la distanza minima tra le persone di 1,5 m.

    Ecco le regole valide per l'intero semestre primaverile 2021:

    • i corsi frequentati da meno di 50 studenti saranno erogati in presenza, con registrazione fruibile a distanza, secondo cadenza settimanale o bisettimanale, come già previsto nell’orario semestrale (una modalità simile a quella usata all’inizio del semestre autunnale 2020).
    • I corsi con più di 50 studenti saranno erogati a distanza, ma per questi corsi l’USI cercherà di immaginare modalità di incontro in presenza, per aumentare la qualità dell’esperienza formativa.
    • Gli atelier di progettazione continueranno alle medesime condizioni di inizio semestre primaverile 2021.
    • La sessione di esami si terrà secondo le >>> disposizioni già comunicate, senza alcun cambiamento.

    Le biblioteche e le aule di studio sono accessibili, a condizione del rigoroso rispetto delle presenti disposizioni.

    >>> Vedi anche: Insegnare e studiare ai tempi del coronavirus

     

  • Gestione della situazione particolare

    1. Le Disposizioni sono approvate dal Rettorato, con consultazione del Comitato di direzione USI. Il gruppo di gestione Covid-19 è composto dal Comitato di direzione che si riunisce regolarmente in formazione allargata. Le Disposizioni sono emanate dal Rettorato.

    2. Il referente all’interno dell’USI per l’attuazione delle presenti Disposizioni e dei contatti con le autorità competenti è Michele Balmelli, Responsabile del Servizio qualità. Segnalazioni inerenti queste Disposizioni e la loro applicazione vanno indirizzate a lui.

    3. La comunicazione interna ed esterna riguardante le misure eccezionali legate alla gestione della pandemia e la modifica delle presenti Disposizioni avviene in modo tempestivo attraverso gli strumenti della comunicazione istituzionale dell’USI e in casi particolari tramite comunicazioni del Rettore.

    4. L’USI tiene traccia delle segnalazioni volontarie (da far pervenire all’Amministrazione del personale) di positività o di quarantena ricevute per eventuali richieste dell’Ufficio del medico cantonale ticinese. La protezione dei dati è garantita: in nessun caso sono divulgate a terzi informazioni inerenti allo stato di salute di studenti, docenti o dipendenti, anche in forma anonima, senza l’esplicito consenso della persona positiva o in quarantena o del suo rappresentante legale, in particolare se si tratta di voci non verificate che provengano da terze persone.

    5. Gli organi centrali dell’USI così come i Servizi si dotano di piani di sostituzione dei collaboratori in caso di malattia o assenza per cause di forza maggiore.

     

  • Contatti

     

    Referente Disposizioni di protezione michele.balmelli@usi.ch +41 58 666 4199
    Direzione amministrativa Lugano cristina.largader@usi.ch +41 58 666 4949
    Direzione amministrativa Mendrisio antoine.turner@usi.ch +41 58 666 5856
    Segretario generale giovanni.zavaritt@usi.ch +41 58 666 4338
    Amministrazione del personale Lugano personale.lu@usi.ch +41 58 666 4748
    Amministrazione del personale Mendrisio personale.me@usi.ch +41 58 666 5859
    Logistica Lugano logistica.lu@usi.ch +41 58 666 4730
    Logistica Mendrisio logistica.me@usi.ch +41 58 666 5820
    Gestione aule Lugano gestioneaule@usi.ch +41 58 666 4000
    Gestione aule Mendrisio aule.me@usi.ch  
    Servizio pari opportunità equality@usi.ch +41 58 666 4612
         
    Decanati    
    Accademia di architettura info.arc@usi.ch  
    Facoltà di scienze biomediche decanato.med@usi.ch  
    Facoltà di comunicazione, cultura e società decanato.com@usi.ch  
    Facoltà di scienze economiche decanato.eco@usi.ch  
    Facoltà di scienze informatiche decanato.info@usi.ch  
         
    Hotline cantonale hotline@fctsa.ch 0800 144 144
    Guardia medica   +41 91 800 18 28
    Infoline nazionale   +41 58 463 00 00
         
    Segnalazione di casi positivi (obbligatorio)    
    Ufficio del medico cantonale TI dss-umc@ti.ch  
    USI safety@usi.ch  

     

     

  • Risorse utili

    • Ufficio federale della sanità pubblica:

    >>> Nuovo coronavirus (portale)

    >>> Obbligo di quarantena ed elenco aggiornato di Stati e regioni

    >>> Contatti delle autorità cantonali

    >>> Istruzioni sulla quarantena (PDF)

    >>> Regole di igiene e di comportamento

    >>> Istruzioni sull’auto-isolamento (PDF)

     

    • Repubblica e Cantone Ticino, Ufficio del medico cantonale:

    >>> Nuovo coronavirus (portale)

     

    • Servizio di consulenza psicologica:

    >>> https://www.desk.usi.ch/it/servizio-di-consulenza-psicologica

     

    • Telefono Amico Ticino e Grigioni italiano:

    >>> https://www.143.ch/ticino/

     

    • Risorse online per la spesa e l’approvvigionamento:

    >>> Loonity

    >>> Coop

    >>> Le Shop - Migros

     

    • Applicazione >>> SwissCovid per telefoni cellulari (tracciamento contatti):

    >>> Google Play Store (Android)

    >>> Apple Store (iOS)

     

Facoltà

Pubblico

Tema

Aggiornato al: 01/06/2021